Tre pizze, bevande e caffè a 80 euro: è di nuovo polemica sul ristorante di Cracco

1953

Condividi su:

Un napoletano in trasferta a Milano ha voluto provare la pizza nel celebre ristorante e ha dovuto pagare un conto salatissimo.

Da 16 euro la pizza margherita nel ristorante di Carlo Cracco a Milano è arrivata a costarne 20: questa è la notizia che impazza nel web in queste ore e questa è anche stata l’amara sorpresa di Ferruccio, un napoletano in trasferta al nord che ha deciso di provare la cucina del famoso chef nel suo ristorante, situato nella Galleria Vittorio Emanuele II.

L’uomo ha poi raccontato la sua disavventura su Facebook: per prima cosa, ha detto di essere rimasto molto stupito dall’aspetto e dalle dimensioni della pizza, ben diverse da quella napoletana. Proprio perché per lui era troppo piccola, ha così deciso di ordinarne un’altra: “Siamo in due al tavolo, quindi alla fine pago un conto di tre mini pizze-focaccia, una coca, due caffè e una bottiglia d’acqua – ha scritto l’uomo – in tutto, 82 euro. Morale – ha concluso – meglio che non la scrivo”.

In molti hanno fatto notare all’uomo che sul menù del ristorante di Cracco i prezzi sono riportati molto chiaramente e che, dunque, avrebbe dovuto aspettarsi un conto così salato e avrebbe potuto evitarlo scegliendo uno dei tanti altri locali presenti nella stessa zona di Milano. Ma evidentemente Ferruccio ha preferito provare comunque la pizza del celebre chef, innescando, come già accaduto in passato, una polemica, in particolare sui prezzi: sui social, infatti, c’è chi sostiene che una pizza margherita non possa costare 20 euro.

Condividi su: