Quell’albero di mele è ingabbiato, il motivo vi stupirà tutti: dietro c’è una storia bellissima!

697

Condividi su:

Per quale motivo questo alberto di mele e’ in gabbia? Ed ecco spiegata la foto:

Tu non potrai mai, in tutta la tua vita, piantare i semi di una mela rossa nel tuo giardino, guardare l’albero che cresce, e un bel giorno sperare di mangiare una mela rossa, figlia di quella che avevi piantato anni prima.

Mai.
Impossibile.
Neanche se tu vivessi mille anni e avessi un giardino sterminato in cui piantare centinaia di mele rosse per far crescere centinaia di alberi.

Perché?

La mela ha la capacità di subire variazioni spettacolari da padre a figlio. Cioè, se tu pianti una mela per terra e cresce un albero, questo albero darà mele diverse rispetto a quella che hai piantato.

Infatti non troverai mai in vendita una bustina di semi di mela con la foto, perché nessuno può sapere in anticipo come saranno le mele che nasceranno da quei semi.

Se le mele sono così incontrollabili, come è possibile ritrovare ogni anno sugli scaffali del supermercato le Pink Lady o le Fuji, o la Melannurca?

È possibile perché queste mele non vengono riprodotte tramite il seme, ma per innesto. Cioè se vuoi produrre mele Golden Delicious, devi staccare un ramo dell’albero che già le produce, e impiantarlo su un altro albero di mele.

Quindi ogni mela Golden Delicious in commercio viene da innesti di innesti di innesti dell’unico albero madre mai esistito che abbia per primo, e per caso, prodotto quella mela lì.

L’albero madre di tutte le Golden Delicious del mondo è morto a causa di un temporale il 6 novembre del 1958. Si conosce la data della sua morte, come se fosse un personaggio storico.

Gli agricoltori hanno da sempre investito, senza badare a spese, sulla cura e protezione degli alberi madre delle loro mele più vendute.

Nel 1905, in West Virginia, nella fattoria dei signori Mullens, è nato il primo albero al mondo in grado di produrre le mele Golden Delicious (la mela più venduta al mondo). Poi, nel 1915, è stato acquistato da Paul Stark, grande imprenditore (da non confondere con Iron Man) del ramo agroalimentare.

Stark compra l’albero e lo fa circondare da una grande gabbia di metallo con antifurto.

Chiunque poteva comprare quelle mele buonissime, tanto nessuno, piantandole, avrebbe ottenuto un altro albero uguale! Ma i rami… I rami erano la cosa più preziosa – e se un concorrente fosse riuscito a rubare un ramo di quell’albero, Stark avrebbe perso la sua esclusiva mondiale.

Condividi su: