Lite furibonda alla Camera: il PD non ci sta e lancia fascicolo in faccia a Fico e mano in faccia a deputato M5S

1896

Condividi su:

Bagarre in aula alla Camera durante l’esame del ddl sul referendum propositivo. Gli esponenti del Partito Democratico e del Movimento 5 Stelle sono quasi arrivati alle mani, durante una bagarre alla Camera durante la discussione dei disegni di legge. Il Pd ha abbandonato l’Aula, dopo che il presidente, Roberto Fico, aveva respinto la richiesta di espellere dall’Aula il deputato M5S Giuseppe D’Ambrosio, per aver mimato il gesto delle manette nei confronti dell’esponente Pd Gennaro Migliore. Mentre uscivano dall’Aula, Fico si è rivolto agli esponenti Dem con un “arrivederci“, visto che, ha spiegato, “mi state salutando”. A quel punto sono stati lanciati dei fogli contro il presidente dell’Assemblea, colpendo anche la segretaria generale Lucia Pagano, che ha deciso di sospendere la seduta. Fico aveva richiamato D’Ambrosio, aggiungendo che del caso se ne sarebbe occupato comunque il collegio dei Questori.

Condividi su: