E dopo l’inverno la prossima estate sarà la più calda degli ultimi 60 anni, in Italia sfioreremo i 45°

935

Condividi su:

Da marzo fino a maggio 2019 previsti continui sbalzi termici un po’ su tutta la Penisola. In base alle proiezioni del centro europeo ECMWF, questa primavera dovrebbe segnare infatti temperature più alte del normale ma non mancheranno, di tanto in tanti, rovesci e temporali da Nord a Sud per mitigare il caldo anticipato. Si preannuncia comunque un’estate rovente.

Clima che rischia di diventare sempre più torrido via via che i mesi passano. Secondo ilmeteo.it, infatti, l’estate 2019 potrebbe essere rovente a causa di masse calde prevenienti dal deserto del Sahara e per il passaggio de El Nino, che già in questi giorni sta riscaldando le acque superficiali dell’Oceano Pacifico, aumentate di 0.3 gradi.

Gli esperti spiegano quindi che in passato le estati torride sono spesso coincise con la presenza de El Nino.

Condividi su: