Arrestato il secondo latitante più pericoloso d’Italia, il superboss Marco Di Lauro: video.

1795

Condividi su:

È finita la latitanza del superboss Marco Di Lauro. Il figlio di Ciruzzo ‘o milionario, latitante da 14 anni, è stato catturato dalla polizia in via Emilio Scaglione, a Chiaiano. Era il secondo latitante più pericoloso d’Italia dopo Matteo Messina Denaro. A renderlo noto è il titolare del Viminale Matteo Salvini che fa i complimenti alle forze dell’ordine, «dopo l’arresto di un terrorista algerino dell’Isis mettono a segno un’altra operazione importantissima. Nessuna tregua ai criminali», conclude Salvini.

«Marco Di Lauro non era armato e non ha opposto resistenza». Lo ha detto il questore di Napoli, Antonio De Jesu, che è sceso dai suoi uffici per accogliere i suoi uomini che, insieme all’Arma dei Carabinieri, hanno condotto l’operazione nel pomeriggio di oggi. Soddisfatto anche il comandante provinciale dei Carabinieri di Napoli, colonnello Ubaldo Del Monaco, che ha evidenziato che l’azione si è svolta sotto il coordinamento della Dda di Napoli guidata dal procuratore Melillo. «Siamo contenti», ha aggiunto Del Monaco.

Marco Di Lauro è arrivato in questura a bordo di una auto civetta della Polizia mentre dall’alto un elicottero sorvegliava la zona. «Bravi, bravi» è l’incitamento che si è levato dai presenti, un centinaio di persone, mentre alcuni degli agenti che hanno partecipato all’operazione si sono abbracciati manifestando soddisfazione per il lavoro svolto.

«L’arresto di Di Lauro è una vittoria dello Stato. Esprimo le mie più sincere congratulazioni alle forze dell’ordine e alla magistratura per questo arresto che riconsegna sempre più fiducia nella democrazia e nelle sue leggi per affermare il principio della legalità», ha commentato l’operazione il presidente della Commissione parlamentare antimafia, Nicola Morra.

ARRESTO DI MARCO DI LAURO

Posted by Giampiero de Luca on Saturday, March 2, 2019

Condividi su: