Uscire? No, grazie! La nuova moda è divano, film o libro e calice di vino. Vi spiego perché preferisco così.

9298

Ora che il freddo pungente ha ormai raggiunto tutta la penisola, rendendo ormai solo un ricordo lontano le belle giornate di sole, abbandonare il divano, la coperta (e chi ce l’ha, il caldo camino) per uscire a fare serata, sembra essere un’impresa sempre più ardua.

Se i vostri amici vi accusano di essere troppo pigri e, in un certo senso, vi incitano a darvi una mossa, potrete rispondere loro che state semplicemente praticando l’arte del Kalsarïkannit (e che forse dovrebbero farlo anche loro).

Di cosa si tratta?

La definizione precisa è: bere qualcosa in casa, da soli, in pigiama o biancheria, senza alcuna intenzione di uscire.

La nuova moda sembrerebbe essere infatti quella di tenersi lontani da discoteche, locali affollati e rumorosi, per dedicarsi un po’ a se stessi e alle proprie passioni all’interno delle mura domestiche.

“A livello internazionale, e in particolar modo nel nord Europa – si legge in questo articolo di GQ – questa semplice abitudine ha assunto i caratteri di una vera e propria pratica, quasi un’arte da affinare tra piumone e tavolino, alludendo al piacere di crogiolarsi nel proprio nido domestico”.

Quindi ben venga un bicchiere di vino (o il drink che preferite), un libro da accompagnare con un bel sottofondo musicale o, in alternativa, restare a poltrire sul divano a guardare la propria serie tv preferita.

In una sola parola? Relax, grande relax.