Comunicato urgente: “ALLERTA maltempo in queste regioni e scuole chiuse, ecco dove…”

2109

Non lascia tregua il brutto tempo. Proprio nelle ultime ore non pochi sono stati i disastri che si sono abbattuti sulla nostra penisola a causa delle complicate condizioni meteorologiche. Dodici sono stati i morti in una notte nelle province di Palermo e Agrigento, la zona più colpita dal maltempo e nella quale ha esondato il fiume Milicia. In ginocchio però è anche il Nord-est del nostro territorio, in particolare nel Bellunese e in Veneto, ma anche in Trentino e in molte zone del Friuli.

La Protezione civile ha segnalato allerta arancione anche in Emilia Romagna, Calabria e Sardegna. E il brutto tempo continuerà in Italia anche nella giornata di oggi, 5 novembre. Fin dalle prime ore dalla mattina sarà coperto il cielo al Nord del Paese con possibilità di rovesci su Piemonte, Valle d’Aosta e Veneto, e in serata anche su Friuli Venezia Giulia. Nel corso della mattinata saranno possibili inoltre rovesci di breve durata anche in Lombardia e Trentino. Nelle regioni centrali il maltempo si concentrerà nelle regioni tirreniche. Il Lazio meridionale e le aree montuose abruzzesi saranno colpite da rovesci temporaleschi. In Sardegna, Toscana ed Umbria saranno possibili precipitazioni sparse. A Sud dovrebbe fortunatamente migliorare la situazione in Sicilia mentre continuerà a piovere soprattutto sulle aree ioniche della Calabria.

Maltempo, scuole chiuse lunedì 5 novembre per allerta meteo: l’elenco aggiornato delle regioni

Al momento, niente lezioni per alcuni studenti in Campania, nello specifico a Napoli, dove resteranno chiusi gli istituti Viviani e Cimarosa di Posillipo per maltempo. In Sicilia, resteranno chiuse le scuole a Sciacca, Ribera e Menfi, nell’Agrigentino. La decisione è stata presa dai rispettivi sindaci per ragioni di sicurezza, collegate anche alle verifiche in atto negli istituti scolastici di ogni ordine e grado. Ma l’elenco di regioni e città che prenderanno lo stesso provvedimento potrà aumentare nelle prossime ore. Si ricorda che i giorni persi a scuola a causa del maltempo non devono essere recuperati, come stabilito dal Miur e da un articolo del codice civile.