C’è sangue ovunque in una Chiesa a Cesena: “Due rumeni irrompono e fanno un macello”

8148

Condividi su:

Due esponenti della comunità rumena “alzano il gomito” e danneggiano l’istituto Lugaresi di Cesena. Il video di un poliziotto finisce online e si solleva la polemica.

Hanno “alzato un po’ troppo il gomito” e il risultato è una chiesa messa a soqquadro. Succede a Cesena, nella cappella dell’Istituto Lugaresi, dove due ubriachi – appartenenti alla comunità romena locale – hanno ribaltato panche, fiori e candele all’interno dell’edificio religioso.

La notizia è emersa grazie (o a causa) di un video pubblicato su Facebook e realizzato da “un poliziotto intervenuto subito dopo l’episodio”. I danni alla chiesa sono evidenti, inutile negarlo. “Questa è l’ospitalità ripagata dagli extracomunitari nei nostri confronti – dice l’autore del filmato – ci siamo beccati anche tutto il peperoncino. Due pazzi. Guardate come hanno ridotto la chiesa del Lugaresi. Sangue da tutte le parti, hanno devastato tutto. Due ubriachi. Un disastro. Abbiamo dovuto spruzzare peperoncino”. Una “vergogna”, secondo chi riprendeva col cellulare le immagini. A terra si vedono due persone, ammanettate dagli agenti. Il filmato è stato rilanciato su Facebook da Gianni Tonelli, ex sindacalista e deputato della Lega, e da Massimo Bitonci. “Due immigrati si sono introdotti all’interno della chiesa ‘Dei Lugaresì, riducendola in questo stato. Non ci sono parole per descrivere tanta barbarie”, scrive il sottosegretario.

Condividi su: